Puntata 18 - INCONTRI TRA CACTUS

Oggi al centro della puntata c’è un nostro simile: Domenico Scordari. Una storia che sembra una fiaba e inizia da Martano (Lecce), nel Salento. E dalla Puglia arriva sino al Sud America. Lì dove Scordari, nel 1989, visita alcune piantagioni di aloe. Folgorato sulla via della botanica, oggi Domenico è uno dei principali imprenditori a livello mondiale nel settore dell’aloe vera. E’ il fondatore di N&B, Natural is better, un’azienda che produce cosmetici naturali di altissima qualità, dà lavoro a decine e decine di persone, soprattutto giovani. In 30 anni di impegno e visioni, come Domenico Scordari racconta a Concita, Martano è diventata la città dell’aloe. Accanto alle piantagioni è nato il Naturalis bio resort, un vecchio edificio rurale trasformato in una meta di turismo internazionale, altra eccellenza del territorio.

Nick, nel corso della puntata, ci racconterà che cos’è il packaging edibile. In natura, i frutti contengono un imballaggio:  la buccia che nella maggior parte dei casi è commestibile o per lo meno, biodegradabile. Questo non avviene con i prodotti processati industrialmente. Per questo siamo circondati da plastiche e solventi. Ora è arrivato davvero il momento di cambiare prospettiva.

Amenta ha ideato una playlist verde e terrigna. Oltre ai quattro pezzi della puntata a questo link troverete una colonna sonora magica e succulenta come l’aloe. Ben due ore di musica nel nome dei cactus.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-18-incontri-tra-cactus-mixdown?utm_medium=widget&utm_source=user%3A11113324&utm_term=episode_title


Puntata #17- Le risorse del lockdown con Pau dei Negrita


Chiuso in casa come tutti, con un tour saltato, Pau, la voce dei Negrita, ha ripreso a disegnare. Le sue sono opere belle, alcune piene di eros, in tiratura limitata, in vetrina sul suo shop online http://www.pauhaus.it. “Pauhaus per giocare con le parole” – dice – “perché oltre essere la mia casa ricorda sia la scuola d’arte e design Bauhaus di Gropius, sia la band inglese post-punk Bauhaus, unendo così idealmente gli universi che mi appartengono“.

I dipinti hanno avuto un grande successo, richiesti anche da grandi gallerie d’arte.

Nick Difino ci parlerà oggi di gastro-fisica e di come vari la percezione del gusto in base a fattori apparentemente astrusi.

Daniela Amenta h adedicato a Pau una playlist che va dagli Stones ai Bauhaus, passando per un paio di brani fondamentali dei Negrita, ma su Spotify ha preparato una super playlist, con due ore e passa di rock e chitarroni.
https://open.spotify.com/playlist/1WGplAvKu932KSYssYPxeE?si=iTtpZbuXQh22HnbQG1tIVA

Ascolta la puntata
https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-17-le-risorse-del-lockdown-ci-pau

 


Puntata #16 - La toponomastica del mondo


Partiamo dal libro “Le vie che orientano” di Deirdre Mask (pubblicato da Bollati Boringhieri), che esplora i vari modi, spesso inimmaginabili, in cui i nomi delle strade influenzano la vita quotidiana. È un viaggio nelle pieghe della nostra storia e nelle contrapposizioni che l’hanno segnata, perché gli indirizzi rappresentano la nostra eredità culturale, ciò che decidiamo di tenere o buttare via del passato. Ma chi decide quali nomi ricordare? E se le strade intorno a noi commemorano carnefici e tiranni, abbiamo la responsabilità civile di modificarli oppure li assumiamo come un precipitato storico immutabile?
Partendo da questo Concita intervista Daniela Ducato, imprenditrice sarda, una donna formidabile che produce prodotti innovativi utilizzando solo eccedenze e residui vegetali, animali e minerali. E che a Guspini (Medio Campidano), dove hanno sede le sue aziende, ha condotto una battaglia perché le strade fossero tutte dedicate a donne mirabili e purtroppo, spesso, dimenticate: Margherita Hack, la signora delle stelle; Elena Valentini Luzzato, prima italiana a laurearsi in architettura; Francesca Sanna Sulis, pioniera del commercio, Eva Mameli Calvino, madre di Italo, prima donna a conseguire nel 1915 la libera docenza all’Università; Maria Lai, artista d’eccezione che con i suoi fili di stoffa celeste legò tutte le porte del suo paese, Ulassai.

Ovviamente Nick parlerà di recupero, riciclo e upscaling, o più precisamente di food upcycling ma anche di spreco con qualche consiglio su come fare la spesa nel migliore dei modi.

La colonna sonora di Amenta è per la prima parte dedicata alla Sardegna di Daniela Ducato e Maria Lai, il resto della playlist andrà a ricercare molte delle strade citate in musica, anche quelle senza nome. Oltre due ore di grande rock con tinte jazz e soul. Qui la playlist:

Qui sotto la puntata

In regia Carlo Chicco, post produzione di Paola Pagone di Rko.


Puntata 15 IL RESPIRO DELLA TERRA


Con il legno di un solo, magico abete rosso, Stradivari costruì 14 tra viole e violini. È uno degli innumerevoli contributi del mondo vegetale all’arte. Le piante sono la fonte della vita e l’elemento attraverso il quale il pianeta si rigenera, sono la fonte primaria di alimentazione, una fonte inesauribile di conoscenza, rappresentano l’85% della materia vivente Eppure sono misconosciute, trascurate, in qualche modo ‘minori’. Apriamo il nuovo anno con un ospite che amiamo tanto: Stefano Mancuso, genio botanico.
Con il il talento del narratore (e dell’illustratore) Mancuso, intervistato da Concita sul suo ultimo libro “La pianta del mondo” (Laterza)  ci racconta come gli alberi, i cespugli, le infinite erbe, i fiori, sono la base del mondo in cui viviamo.


Nick riflette sulle implicazioni dell'editing genetico sulla produzione del cibo del futuro

La playlist “green” di Daniela oltre ai quattro brani della puntata prevede molte altre canzoni a tema. Più di un’ora di musica.

A partire da questa puntata Cactus andrà in onda una volta alla settimana, ogni giovedì alle 11. È un’esigenza dettata dal rispetto delle norme anti Covid. Speriamo di tornare presto con due appuntamenti.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-15-un-mondo-solo-verde-mixdown