IL VIAGGIO DELLA VOCE - GINEVRA DI MARCO

E poiché marzo è pazzerello, anche noi vogliamo proporvi una versione bizzarra del nostro programma. Cactus Extravaganza prevede, per alcune puntate, un piccolo cambio di gioco. L'incipit sul tema della settimana è affidato a Concita che introdurrà l'intervista affidata ad Amenta e a Nick.
Oggi nostra ospite è Ginevra Di Marco, per dieci anni il contraltare soave di Giovanni Lindo Ferretti nei CSI e nei PGR. Poi una favolosa carriera da solista investigando le radici della canzone popolare di tutto il Mediterraneo fino a toccare l'America del Sud di Violeta Parra e soprattutto di Mercedes Sosa. Una esistenza in musica costellata da grandi aperture e collaborazioni alchemiche (con Francesco Magnelli e Andrea Salvadori) fino all'incontro con Margherita Hack e Luis Sepúlveda. Questo è molto altro oggi su Cactus, tra antiche ballate contadine e canzoni di Luigi Tenco e Domenico Modugno per raccontare anche un altro Sanremo. Il nostro.

La playlist che accompagna questo episodio, curata da Daniela, prova a spiegare il percorso sonoro ricco e denso di Donna Ginevra. Oltre due ore di musica bella bella.
https://open.spotify.com/playlist/41ebNkldaTYpZYYkF2kCnT?si=S9YkKilHTzyLt-bP50PRAw

In regia e post produzione Carlo Chicco e Paola Pagone di Rko.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/ginevra-di-marco-cactus


MANZONI CI SERVE O NON CI SERVE?


Alzi la mano chi non ricorda come un incubo le estenuanti letture de I Promessi Sposi a scuola. Eppure l’opera di Manzoni è un formidabile spaccato dell’epoca e una metafora di altissimo valore. Concita intervista Antonio Gurrado, docente, che si occupa di Illuminismo presso l’Università di Pavia e ha curato diverse opere di Voltaire per l’edizione completa pubblicata dalla Voltaire Foundation (University of Oxford). Il nostro ospite sul Foglio ha scritto un articolo provocatorio, intitolato: “Smettere di far leggere i “Promessi sposi” agli studenti salverà Manzoni dalla scuola”.
Da qui partiamo per capire la relazione tra noi e i grandi classici della letteratura.

Nick racconta la passione di Manzoni per il cioccolato che fu importato in Italia proprio nel 1600.  Tutto il fascino un po’ proibito  del cacao rischia però di scomparire a causa del riscaldamento globale.

Amenta ha curato per l’occasione una colonna sonora giocata sul tema degli amori possibili e impossibili, tra matrimoni, separazioni ed eterne nostalgie.
Ascolta la puntata QUI

Oltre due ore di musica ad alto gradiente sentimentale. Preparate i fazzoletti (e i chicchi di riso)


O la Borsa, o la Vita

Cactus #21 - O la Borsa o la vita - 18/02/2021
Oggi con noi, intervistato da Concita, Ugo Biggeri, presidente di Etica Sgr, il ramo di Banca Etica che si occupa di risparmio con fondi sostenibili e responsabili. Il suo ultimo libro si intitola “I soldi danno la felicità – Corso semiserio di sopravvivenza finanziaria”. Lo ha scritto con una giovane economista rumena Cristina Diana Bargu. E’ una sorta di manuale per entrare nel mondo bizzarro della finanza. Come funzionano il mercato e la Borsa, e i suoi prodotti principali, dai “cattivissimi” derivati ai più ben voluti titoli di Stato? Come si possono gestire i soldi? Il loro valore sta nelle relazioni e nel bene comune che aiutano a generare? In questo senso sì, i soldi danno la felicità. Oppure no, come sappiamo bene. Tutto dipende da come – a livello individuale e collettivo – decidiamo di guadagnarli, spenderli, risparmiarli o investirli. Se molto è stato scritto sul consumo responsabile, siamo ancora poco coscienti di come le nostre piccole grandi scelte finanziarie, dal tipo di banca in cui aprire un conto corrente agli investimenti su cui puntare, possano fare la differenza.

Nick tira fuori dal cilindro un argomento curiosissimo: il cibo della felicità!
Oggi gli chef più evoluti si dedicano ad alimenti che appagano i piaceri del palato e stimolano le sostanze presenti nel nostro corpo capaci di attivare il buon umore e il benessere della persona. Insomma esiste anche un’ingegneria della felicità e la si può mangiare.

Amenta fa sfoggio di canzoni miliardarie, di oro, argento e diamanti con oltre due ore di musica brillantissima. Una playlist davvero molto ricca.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-21-o-la-borsa-o-la-vita-mixdown 

 


LA RIVINCITA DEL SUD

La pandemia ha solo velocizzato una tendenza. Quella di lasciare le grandi metropoli del Nord per ritornare a casa. Lì da dove i cervelli sono scappati per cercare lavoro. E ora che il lavoro si fa agile, smart, perché non abbandonare il monolocale a Milano, Torino o Roma e ricominciare da dove si è partiti? Provarci almeno, mettere testa e cuore per un viaggio di ritorno. Nasce così a Palermo il South Working. Una tendenza che a Brindisi, in Puglia, si è trasformata in “Sea Working” per accentuare le potenzialità di una città in grado di accogliere non solo turisti o lavoratori, ma nuovi abitanti. Un south working alternativo direttamente sul mare, beneficiando di un “ufficio” tutt’altro che ordinario – in questo caso una barca a vela ormeggiata in porto – , che risponde alla crescente domanda di nomadi digitali e smart workers di lavorare da luoghi inaspettati e stimolanti, migliorando la produttività.

Concita ne parla con Emma Taveri, CEO di Destination Makers e ideatrice di Sea Working che ha lanciato un gioco di ruolo vinto da Massimiliano Frattoloni, giovanissimo informatico che per 10 giorni ha lavorato proprio su una barca a vela.

Nick parlerà di pesce sintetico. Nel mondo si produce più pesce d’allevamento che manzo in batteria e la tendenza della pescicoltura sta diventando sempre più popolare con conseguenze dannose per l’ambiente e per il pesce stesso, e dunque per l’uomo. Una parte della soluzione è offrire più alternative ai consumatori come il Finless Food = Cibo Senza Pinne) per definire un prodotto di laboratorio a base di cellule di pesce ma che “tecnicamente” non contiene pesce.

Amenta, oltre alle quattro canzoni della puntata, ha preparato anche questa settimana una playlist che in oltre due ore canta, suona e balla tutti i Sud del mondo.
Qui la playlist

 


SCACCO AL RE

Il successo della serie tv “La regina degli scacchi” ha riportato in auge un gioco che ha una storia millenaria, tra tattica, alchimia e filosofia di vita. I sette episodi del drama trasmesso da Netflix, basati sul romanzo di Walter Tevis, esplorano la vita di una bambina prodigio, Beth Harmon (interpretata da una sorprendente, bravissima, elegantissima Anya Taylor-Joy), seguendo le sue vicissitudini dall’età di otto ai ventidue anni (da metà degli anni ’50 a tutti gli anni ’60), mentre lotta contro la dipendenza da alcol e psicofarmaci nel tentativo di diventare grande maestro di scacchi. Concita fa la sua mossa intervistando Mario Leoncini, campione italiano, storico degli scacchi, Presidente del Comitato Regionale Toscano Scacchi.

Nick invece ci racconta cos’è la cucina robotica. Tutto ciò che è metodo e codice e standard può essere robotizzato. Persino preparare un piatto significa seguire delle regole e anche questo processo può essere automatizzato, specie la pizza che è il piatto preferito dai robot chef o dai Co-Bot che forse presto avremo in casa.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-19-scacco-al-re-mixdown


Puntata 18 - INCONTRI TRA CACTUS

Oggi al centro della puntata c’è un nostro simile: Domenico Scordari. Una storia che sembra una fiaba e inizia da Martano (Lecce), nel Salento. E dalla Puglia arriva sino al Sud America. Lì dove Scordari, nel 1989, visita alcune piantagioni di aloe. Folgorato sulla via della botanica, oggi Domenico è uno dei principali imprenditori a livello mondiale nel settore dell’aloe vera. E’ il fondatore di N&B, Natural is better, un’azienda che produce cosmetici naturali di altissima qualità, dà lavoro a decine e decine di persone, soprattutto giovani. In 30 anni di impegno e visioni, come Domenico Scordari racconta a Concita, Martano è diventata la città dell’aloe. Accanto alle piantagioni è nato il Naturalis bio resort, un vecchio edificio rurale trasformato in una meta di turismo internazionale, altra eccellenza del territorio.

Nick, nel corso della puntata, ci racconterà che cos’è il packaging edibile. In natura, i frutti contengono un imballaggio:  la buccia che nella maggior parte dei casi è commestibile o per lo meno, biodegradabile. Questo non avviene con i prodotti processati industrialmente. Per questo siamo circondati da plastiche e solventi. Ora è arrivato davvero il momento di cambiare prospettiva.

Amenta ha ideato una playlist verde e terrigna. Oltre ai quattro pezzi della puntata a questo link troverete una colonna sonora magica e succulenta come l’aloe. Ben due ore di musica nel nome dei cactus.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-18-incontri-tra-cactus-mixdown?utm_medium=widget&utm_source=user%3A11113324&utm_term=episode_title


Puntata #17- Le risorse del lockdown con Pau dei Negrita


Chiuso in casa come tutti, con un tour saltato, Pau, la voce dei Negrita, ha ripreso a disegnare. Le sue sono opere belle, alcune piene di eros, in tiratura limitata, in vetrina sul suo shop online http://www.pauhaus.it. “Pauhaus per giocare con le parole” – dice – “perché oltre essere la mia casa ricorda sia la scuola d’arte e design Bauhaus di Gropius, sia la band inglese post-punk Bauhaus, unendo così idealmente gli universi che mi appartengono“.

I dipinti hanno avuto un grande successo, richiesti anche da grandi gallerie d’arte.

Nick Difino ci parlerà oggi di gastro-fisica e di come vari la percezione del gusto in base a fattori apparentemente astrusi.

Daniela Amenta h adedicato a Pau una playlist che va dagli Stones ai Bauhaus, passando per un paio di brani fondamentali dei Negrita, ma su Spotify ha preparato una super playlist, con due ore e passa di rock e chitarroni.
https://open.spotify.com/playlist/1WGplAvKu932KSYssYPxeE?si=iTtpZbuXQh22HnbQG1tIVA

Ascolta la puntata
https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-17-le-risorse-del-lockdown-ci-pau

 


Puntata #16 - La toponomastica del mondo


Partiamo dal libro “Le vie che orientano” di Deirdre Mask (pubblicato da Bollati Boringhieri), che esplora i vari modi, spesso inimmaginabili, in cui i nomi delle strade influenzano la vita quotidiana. È un viaggio nelle pieghe della nostra storia e nelle contrapposizioni che l’hanno segnata, perché gli indirizzi rappresentano la nostra eredità culturale, ciò che decidiamo di tenere o buttare via del passato. Ma chi decide quali nomi ricordare? E se le strade intorno a noi commemorano carnefici e tiranni, abbiamo la responsabilità civile di modificarli oppure li assumiamo come un precipitato storico immutabile?
Partendo da questo Concita intervista Daniela Ducato, imprenditrice sarda, una donna formidabile che produce prodotti innovativi utilizzando solo eccedenze e residui vegetali, animali e minerali. E che a Guspini (Medio Campidano), dove hanno sede le sue aziende, ha condotto una battaglia perché le strade fossero tutte dedicate a donne mirabili e purtroppo, spesso, dimenticate: Margherita Hack, la signora delle stelle; Elena Valentini Luzzato, prima italiana a laurearsi in architettura; Francesca Sanna Sulis, pioniera del commercio, Eva Mameli Calvino, madre di Italo, prima donna a conseguire nel 1915 la libera docenza all’Università; Maria Lai, artista d’eccezione che con i suoi fili di stoffa celeste legò tutte le porte del suo paese, Ulassai.

Ovviamente Nick parlerà di recupero, riciclo e upscaling, o più precisamente di food upcycling ma anche di spreco con qualche consiglio su come fare la spesa nel migliore dei modi.

La colonna sonora di Amenta è per la prima parte dedicata alla Sardegna di Daniela Ducato e Maria Lai, il resto della playlist andrà a ricercare molte delle strade citate in musica, anche quelle senza nome. Oltre due ore di grande rock con tinte jazz e soul. Qui la playlist:

Qui sotto la puntata

In regia Carlo Chicco, post produzione di Paola Pagone di Rko.


Puntata 15 IL RESPIRO DELLA TERRA


Con il legno di un solo, magico abete rosso, Stradivari costruì 14 tra viole e violini. È uno degli innumerevoli contributi del mondo vegetale all’arte. Le piante sono la fonte della vita e l’elemento attraverso il quale il pianeta si rigenera, sono la fonte primaria di alimentazione, una fonte inesauribile di conoscenza, rappresentano l’85% della materia vivente Eppure sono misconosciute, trascurate, in qualche modo ‘minori’. Apriamo il nuovo anno con un ospite che amiamo tanto: Stefano Mancuso, genio botanico.
Con il il talento del narratore (e dell’illustratore) Mancuso, intervistato da Concita sul suo ultimo libro “La pianta del mondo” (Laterza)  ci racconta come gli alberi, i cespugli, le infinite erbe, i fiori, sono la base del mondo in cui viviamo.


Nick riflette sulle implicazioni dell'editing genetico sulla produzione del cibo del futuro

La playlist “green” di Daniela oltre ai quattro brani della puntata prevede molte altre canzoni a tema. Più di un’ora di musica.

A partire da questa puntata Cactus andrà in onda una volta alla settimana, ogni giovedì alle 11. È un’esigenza dettata dal rispetto delle norme anti Covid. Speriamo di tornare presto con due appuntamenti.

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-15-un-mondo-solo-verde-mixdown

 


Puntata 14 Domani è un altro giorno

Cactus chiude il 2020 con un ospite d'eccezione: un amico, un artista, un uomo che ha messo al centro della sua parabola creativa le parole. Frankie Hi-Nrg, intervistato da Concita, presenta il suo ultimo, magnifico singolo scritto durante la pandemia: Nuvole. Un pezzo su questi mesi affannati, spaventati, sgomenti, negati, vituperati. Un brano potente in cui canta la privata guerra civile tra noi e noi mentre "fuori splende il buio".
E non solo. Frankie racconterà del dolore a dover addio da lontano, lontanissimo, a chi si ama, senza neppure il conforto di una carezza.
Il nostro Nick preferito parlerà invece di upscaling, il riuso di scarti per produrre alimenti di categoria A con un’incursione nella terminologia universale adottata per capirsi quando si parla di food
Amenta per questo podcast in cui salutiamo un anno malefico, ha preparato una playlist ricca. Quattro i pezzi che ascolterete nella puntata in omaggio al genio di Frankie, ma una playlist ricchissima con molte delle passioni sonore del nostro ospite sintetizzate dal suo libro del 2019, "Faccio la mia cosa". Brani tutti da cantare e ballare dalla mezzanotte in poi, ricordandovi che il futuro non è scritto.

https://open.spotify.com/playlist/7nE6RsBEzXReWAfbRKPMvV?si=wX5B2quaRrG1yt2RjbhClQ

In regia Carlo Chicco, post produzione Paola Pagone di Rko.

Buon 2021, davvero col cuore, dalla banda di Cactus!

https://www.spreaker.com/user/rkonair/cactus-14-a-mai-piu-rivederti-2020-mixdo